Finalità e principi

fINALITA’

Dare al paziente una qualità migliore della vita, utilizzando accanto al linguaggio verbale, un canale comunicativo alternativo.

PRINCIPI

I principi base della pratica musicoterapeutica sono:

  • il paziente è parte attiva della terapia;
  • la centralità del rapporto di fiducia e l’accettazione incondizionata rispetto al paziente;
  • l’adattamento e la personalizzazione della tecnica volta per volta;
  • scambio reciproco di proposte tra paziente e musicoterapeuta;
  • stabilimento di un legame tra il musicoterapeuta e il paziente grazie al suono.

Il musicoterapeuta è quindi un mezzo attraverso il quale un paziente si apre e “tira fuori” le proprie emozioni.

La musica dà alla persona malata la possibilità di esprimere e percepire le proprie emozioni, di mostrare o comunicare i propri sentimenti o stati d’animo attraverso il linguaggio non-verbale.

Tipico è il caso degli individui affetti da autismo, cioè individui che sono in una condizione patologica, per cui tendono a rinchiudersi in se stessi rifiutando ogni comunicazione con l’esterno. La musica dunque permette al mondo esterno di entrare in comunicazione con il malato, favorendo l’inizio di un processo di apertura.