Campi di applicazione

Gli ambiti applicativi della musicoterapia sono:
  • preventivo,
  • educativo,
  • socio-riabilitativo,
  • terapeutico;
l’utenza può essere costituita:
  • dal soggetto normale o affetto da handicap fisico o mentale,
  • da deficit sensoriale,
  • da disturbi della comunicazione,
  • da demenza senile,
  • dal morbo di Alzheimer, malato di AIDS,
  • tossicodipendente,
  • autistico,
  • schizofrenico,
  • oncologico sia adulti che bambini.

 

Il dialogo e la comunicazione vengono avviati da un mediatore sonoro, che permette all’individuo di manifestarsi, di esprimersi ed essere accettato e integrato nel gruppo.

Può essere utilizzata a vari livelli, quali l’insegnamento, la riabilitazione o la terapia.

Per quanto riguarda la terapia e la riabilitazione, gli ambiti di intervento riguardano preminentemente la neurologia e la psichiatria:
  • autismo infantile
  • ritardo mentale
  • disabilità motorie
  • morbo di Alzheimer ed altre demenze
  • psicosi
  • disturbi dell’umore
  • disturbi somatoformi (in particolare sindromi da dolore cronico)
  • disturbi del comportamento alimentare (anoressia nervosa)

In ogni caso, gli interventi di tipo clinico rimangono di esclusiva competenza degli esercenti le professioni sanitarie.